top of page

BISOL annuncia risultati record già in aprile

Aggiornamento: 25 apr 2022

La capacità produttiva per i grandi progetti è già stata esaurita nel primo trimestre dell'anno; la restante capacità verrà utilizzata per i partner distributori e per progetti di autosufficienza energetica.


Dopo aver trascorso quasi l'intero primo trimestre dello scorso anno nella implementazione degli impianti di produzione in base ai criteri dell’Industria 4.1 e dopo le molte sfide legate all'epidemia di COVID per garantire forza lavoro, gestire mancanza di materie prime ed interruzioni della catena di approvvigionamento, le vendite di BISOL Group quest'anno mostrano risultati record.

L'alta qualità dei componenti fotovoltaici di origine europea, la sicurezza dell’approvvigionamento e l'assistenza clienti stanno acquisendo importanza a livello globale. Essendo l'unico produttore sloveno di moduli fotovoltaici, nonché uno dei rari su scala europea, BISOL è già presente in quasi 100 paesi nel mondo. La qualità dei moduli fotovoltaici BISOL e la loro popolarità in tutto il mondo è provata anche dal prestigioso riconoscimento “Top Brand PV Seal”, per il quale BISOL si qualificherà anche quest'anno.


BISOL è il motivo per cui la Slovenia è l'unico paese dell'Unione Europea che esporta più moduli fotovoltaici di quanti ne importi. Il presidente e co-fondatore di BISOL Group, il dott. Uroš Merc, dichiara:

“Siamo particolarmente soddisfatti dell'attività di quest'anno. Come sloveno, sono estremamente orgoglioso di avere un tale fiore all'occhiello nel campo delle risorse rinnovabili, che costruiamo con impegno da 18 anni".

In BISOL Group attribuiamo il nostro successo alla conoscenza del mercato, sensibilizzando i clienti sull'importanza della qualità dei componenti fotovoltaici, che si caratterizzano come investimenti a lungo termine. Gli investitori stanno optando sempre più per produttori europei riconosciuti e affidabili, ma rari, che rispettano i diritti umani e che sono estranei a qualsiasi forma di lavoro forzato.


Comentarios


bottom of page